"BAIL-OUT" OPPURE "BAIL-IN"

Il 31 Dicembre 2015 è finita un'epoca durata 80 anni, iniziata con il Regio Decreto del 1936 che garantiva la sicurezza delle banche e di tutti i loro Clienti.

Alcuni Clienti di Banca Mediolanum hanno ricevuto questo messaggio firmato da Ennio Doris Presidente della banca, e la redazione ritenendolo un articolo informativo importante per tutti lo pubblica quale atto informativo pubblico.

Dal 1° gennaio 2016 sono in vigore le nuove regole europee sulla gestione delle crisi bancarie. Tra le più importanti decisioni prese dalla Banca Centrale Europea c’è quella di passare dal “bail-out” (salvataggio esterno) al “bail-in” (salvataggio interno). Ne consegue che l’onere di eventuali crisi bancarie, prima di ricadere sui contribuenti tramite gli interventi statali, come poteva avvenire in passato, ricadrà ora su azionisti, obbligazionisti, privati o aziende con depositi in essere maggiori di 100.000 euro. Il 31 Dicembre 2015 è finita un'epoca durata 80 anni, iniziata con il Regio Decreto del 1936 che garantiva la sicurezza delle banche e di tutti i loro Clienti. Di seguito un breve filmato che spiega in modo molto semplice il funzionamento del “Bail-in”.

Come avrà visto nel video sarà sempre più centrale per i risparmiatori affidarsi a banche solide e l'indice che meglio rappresenta la solidità di una banca è il cosiddetto Cet1 (Common Equity Tier 1) per il quale la Banca Centrale Europea ha stabilito un valore minimo dell' 8%. Il Gruppo Bancario Mediolanum ha addirittura un Cet1 pari a 18.80%, come si evince dalla tabella:


Come sottolineato anche nel video, un altro elemento per valutare la solidità di una banca è rappresentato dalla sua capacità di realizzare utili, elemento indispensabile per garantire la solidità nel tempo; il Gruppo Mediolanum, negli ultimi anni, si è distinto per averne sempre generati. Voglio concludere affermando con orgoglio che il Gruppo Mediolanum rappresenta per lei e per le famiglie italiane una scelta di solidità e pertanto di maggior tranquillità.